Come richiedere un prestito auto senza busta paga: soluzioni per il 2019

Come richiedere un prestito auto senza busta paga: soluzioni per il 2019

Nonostante la grande diffusione del car sharing, sono ancora in molto gli italiani che desiderano possedere un mezzo a quattro ruote di proprietà.

Per portare a termine questo acquisto numerosi automobilisti scelgono di presentare domanda di prestito personale, in modo da vivere con maggiore serenità l’impegno economico.

Richiedere un finanziamento però ha come requisito di base quello della presentazione di una serie di documentazioni come, ad esempio, la busta paga che rappresenta l’assicurazione di una posizione lavorativa e, di conseguenza, una sorta di garanzia nella restituzione della cifra prestata. Come fare però ad ottenere una liquidità extra se non si è in possesso di tale documento? Vediamo insieme come richiedere un prestito auto senza busta paga e quali sono tutte le soluzioni per il 2019.

Considerando l’attuale situazione socio economica del nostro paese, molto istituti bancari e finanziarie hanno messo a punto specifiche soluzioni di finanziamento per tutti coloro che non possono presentare una busta paga come garanzia. Si tratta di opportunità interessanti, che consentono a quella fascia normalmente esclusa dal credito di accedere a speciali soluzioni capaci di fornire il budget necessario per portare a termine i propri desideri come, ad esempio, l’acquisto di un’auto.

In tutti questi casi solitamente, per andare incontro alle esigenze di questo specifico segmento di clientela, le banche richiedono la presenza della figura del garante, ossia una persona che presenta determinate sicurezze e che pertanto è ritenuta in grado di garantire il rimborso della somma prestata. Molto dipende anche dalla cifra che si desidera ottenere: per grandi importi infatti l’istituto può richiedere ulteriori garanzie come l’ipoteca su un immobile dei quali si è proprietari o la presenza di eventuali cointestatari.

Tra le strade perseguibili nel 2019 in questo senso, inoltre, c’è la possibilità di ottenere un prestito cambializzato che prevede il pagamento delle rate attraverso le cambiali. Se il richiedente non rispetterà l’impegno preso, l’istituto sarà autorizzato a pignorare i suoi beni per un valore pari a quello delle rate stesse senza il bisogno che sussista una sentenza.