L'offerta di prestiti di Intesa Sanpaolo a dicembre 2018

L'offerta di prestiti di Intesa Sanpaolo a dicembre 2018

Crescono i numeri dei prestiti personali nel nostro Paese: secondo le stime fatte dai numerosi Osservatori di settore gli italiani richiedono sempre più finanziamenti. Tale dinamica ha portato al costante moltiplicarsi delle offerte presenti sul mercato, che presentano caratteristiche sempre più profilate in gradi di rispondere alle diverse esigenze di una clientela dalla spiccata dinamicità.

Tra le varie opzioni attualmente disponibili particolarmente interessante risulta essere la rosa di soluzioni di prestito di Intesa Sanpaolo, leader in Italia in campo di credito al consumo, che ha creato diversi prodotti capaci di offrire la liquidità extra desiderata in modo semplice. Che si tratti di una necessità collegata al bisogno di far fronte a spese impreviste, oppure che si sia alla ricerca di una somma aggiuntiva per portare a termine progetti a lungo rimandati l’Istituto propone numerosi prodotti.

È questo ad esempio il caso di PerTe Prestito Giovani, un finanziamento appositamente studiato per tutti gli under 35 che hanno necessità di ottenere cifre massime di 30.000 euro, oppure il PerTe Prestito Facile che è il più tradizionale prestito personale in grado di erogare fino a 75.000 euro da impiegare per soddisfare le diverse necessità e restituire in un massimo di 10 anni. In tutti i casi è possibile stabilire il piano di rimborso e la sua durata a seconda del proprio budget mensile, in maniera individuale, garantendo così la massima flessibilità. Altra caratteristica particolarmente interessante delle soluzioni di finanziamento proposte da Intesa Sanpaolo consiste nella possibilità di Posticipare la rata o Cambiare la sua entità, senza che ciò comporti costi aggiuntivi, qualora il cliente incontrasse delle difficoltà economiche che ne impediscono il regolare rimborso.

Richiedere i prestiti di Intesa Sanpaolo è piuttosto semplice e ogni interessato potrà contare su tempi medi di risposta che si aggirano attorno alle 24 ore; è possibile inoltrare la domanda anche se si ha un contratto di lavoro a tempo determinato oppure se si è un libero professionista.